La prima cosa che ho letto…

Avevo 4 anni. Vivevamo nell’interiore del Brasile, nascosti dalla Dittatura militare, in un piccolissimo paese (la chiesa in un estremo della strada principale e la Banca dove lavorava mio padre nell’altro). Non c’era scuola per bambini della mia età. Ma io, oltre a vivere rinchiusa nella biblioteca di mio padre, amavo sbirciare i compiti dei fratelli più grandi e i giornali e riviste della famiglia. Così riuscì a scoprire il mistero di “come gli adulti leggono e scrivono”.

Un bel giorno, a collazione, prendo una latta di Farina Lattea Nestlé e sparo:

– FA-RI-NA … LA – C (dicendo il nome della lettera in portoghese) – TE – A.

Mia madre mi guarda sbigottita e domanda:

_ Ma tu sai leggere?

Rispondo che sì, lo so. E lei mi mette davanti un sacco di titoli di giornali, per confermare. La faccio franca. In tutti i sensi.

Alla fine dell’esilio – dall’alto dei miei 6 anni – rientriamo alla vecchia città e sono un prodigio. Le mie zie pedagogiste e insegnanti mi esibiscono nelle scuole materne del posto. Leggo fluentemente, senza titubare, i classici universali, in capitoli.

Farinha Láctea

(Questo è stato il mio re-incontro con la Farina Lattea Nestlé, in una foto al Mercato di San Antonio, Barcellona, 2013)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...